English (United Kingdom)Italian - Italy

Pimenta Elisa AISPES

 

Pimenta Elisa AISPES

Il Pimenta Elisa AISPES è un ibrido tra Bhut Jolokia e Pimenta da Neyde realizzato nel 2009 da Paolo Fisicaro.

L’intento e’  tentare di generare una nuova varietà che riunisca le caratteristiche peculiarI di entrambe, in particolare la piccantezza estrema e il colore viola del frutto non modificato a maturazione.

La stabilizzazione della varietà richiede un processo di selezione che durerà alcuni anni.

I semi sono stati distribuiti ad un numero ristretto di appassionati che stanno coltivando una o più piante nella stagione 2010.

Se possibile saranno effettuate nuove semine nell’arco della stessa stagione (da nuovi semi) per accelerare i tempi.

 

Francesco Z. ha sintetizzato obiettivi e modalità per raggiungerli nelle seguenti

 

Linee guida per la stabilizzazione del Pimenta Elisa

Definizione delle caratteristiche della pianta

Il pimenta Elisa dovrà avere le seguenti caratteristiche:

1.        fogliame scuro, anche verde in fase iniziale (come il Pimenta da Neyde)

2.        portamento eretto/cespuglioso

3.        fiori con striature violacee, con la parte esterna leggermente violacea (come il Pimenta da

Neyde)

4.        frutti:

o        in posizione intermedia/pendenti (come il Pimenta da Neyde)

o        di forma allungata e conica (come il Bhut Jolokia)

o        di colore nero da immaturi

o        di colore nero (rosso?) a maturazione

o        rugosi?

o        molto piccanti

Protocollo operativo:

1.        diffusione semi F1 non puri

2.        cernita delle piante e selezione delle candidate alla riproduzione

3.        isolamento mediante tnt

4.        confronto/selezione delle piante adulte e dei frutti

5.        produzione e distribuzione dei semi prodotti da una unica pianta

Tali operazioni andranno eseguite ripetutamente fino al raggiungimento dello standard in almeno 8/10 delle piante prodotte (3-4 generazioni)

Nel corso dello sviluppo delle piante occorrerà

  • annotare qualunque anomalia della crescita o predisposizione ad attacchi batterici/fungini ed eventualmente eseguire i trattamenti del caso
  • eliminare eventuali piante con virosi di qualunque tipo o in ogni caso non utilizzare per la riproduzione piante che potrebbero averle contratte

Nel caso si volessero produrre e distribuire i semi di F2, F3, F4…Fn non conformi allo standard, questi non dovranno essere chiamati Pimenta Elisa, ma Bhut x Neyde Fn 

Considerato che le nuove generazioni dovranno essere generate da i semi di una unica pianta, e’ importante che questa venga isolata in toto mediante l’uso di sacchetti di tnt. 
I proprietari delle piante candidate alla riproduzione che non potranno garantire l’isolamento, sono tenuti a pubblicizzare tale condizione; le piante in questione non potranno essere considerate ai fini della selezione anche se conformi allo standard.
Prima della distribuzione di semi della pianta selezionata per la stagione 2011 e' opportuno effettuare un test di germinabilità.

----------

Le piante in coltivazione a inizio estate 2010 presentano una certa variabilità, ma tratti molto interessanti; in generale sono piante scure, molto belle ed eleganti, con fiori viola con frutti che variano di colore durante la maturazione fino al rosso finale.

A breve sarà possibile valutare anche la piccantezza.

A fine stagione sarà realizzato e pubblicato qui un report con le conclusioni e le linee guida per le fasi successive.