Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
  Stampa pagina

Olio al peperoncino
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 21 febbraio 2015, 12:03 
Non connesso

Iscritto il: domenica 27 luglio 2014, 18:49
Messaggi: 35
Buongiorno a tutti, ho visto che siè già trattato dell'argomento nel forum, inoltre ho letto la "guida alla preparazione delle conserve" e ho fatto l'olio al peperoncino in questo modo:
- Ho fatto essiccare i peperoncini per 8-9 giorni sul termosifone e avevano la consistenza "crick crock" ovvero molto friabili;
- ho messo il peperoncini in contenitori e vi ho versato l'olio;
- ho messo a pastorizzare l'olio in pentole con acqua quasi bollente per 20-25 minuti, il livello dell'olio su collo della bottiglia si era alzato e poi una volta raffreddato si è abbassato.
- l'ho conservato al buio per poco meno di due mesi;
Mi chiedo quali siano le alterazioni visibili del clostridio. Ho verificato l'assenza di aria nella bottiglietta(sia sul tappo che sulle bollicine in olio prima dell'apertura).
C'è qualche altro passo da seguire per scongiurare danni?
Grazie a tutti


Top
 Profilo  
 

Re: Olio al peperoncino
MessaggioInviato: domenica 22 febbraio 2015, 6:07 
Socio AISPES
Socio AISPES
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: martedì 9 ottobre 2012, 22:21
Messaggi: 1691
Località: Cremona
Secondo me potevi evitare la pastorizzazione visto che hai utilizzato del prodotto secco e se hai letto la guida per eliminare certi batteri bisogna salire oltre i 100 gradi, il botulino ha bisogno di assenza di aria ma anche di acqua per produrre spore, alla vista è impossibile da identificare perciò la sicurezza al 100% non si ha mai, io utizzo il peperoncino secco e non ho mai avuto problemi di muffe varie, di più non so che dire :)

_________________
Marco ___________Immagine

"Il segreto non è prendersi cura delle farfalle, ma prendersi cura del giardino, affinché le farfalle vengano da te.

Alla fine troverai non chi stavi cercando, ma chi stava cercando te." ("Farfalle" di Mario Quintana)


Top
 Profilo  
 

Re: Olio al peperoncino
MessaggioInviato: mercoledì 25 febbraio 2015, 14:04 
Socio AISPES
Socio AISPES
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 10 ottobre 2012, 22:12
Messaggi: 680
Concordo con quanto detto da Marco (happy)

_________________
"Un uccello posato su un ramo non ha mai paura che il ramo si rompa, perché la sua fiducia non è nel ramo, ma nelle sue ali."

Immagine


Top
 Profilo  
 

Re: Olio al peperoncino
MessaggioInviato: mercoledì 25 febbraio 2015, 16:19 
Non connesso

Iscritto il: domenica 27 luglio 2014, 18:49
Messaggi: 35
Grazie mille, so che le spore del "botulino" possono resistere a temperature fino a 120°C pertanto bisognerebbe passarlo in autoclave per sincerarsi della sua assenza. Improponibile.
Grazie ancora


Top
 Profilo  
 

Re: Olio al peperoncino
MessaggioInviato: giovedì 4 febbraio 2016, 18:54 
Non connesso

Iscritto il: domenica 27 luglio 2014, 18:49
Messaggi: 35
Buonasera a tutti, mi è sorta una nuova questione riguardo l'aromatizzazione dell'olio a partire da peperoncino secco. Dunque avendo seccato i peperoncini da freschi fino alla consistenza "crick-crock" e conservati in buste di plastica (adatte alla conservazione degli alimenti) per ormai 3 mesi mi ritrovo con peperoncini secchi ma non crick-crock, poichè i tessuti hanno assorbito un po' di umidità dall'aria. Domanda: Posso utilizzarlo mettendolo direttamente in olio?
Conosco abbastanza bene le dinamiche di vita del clostridio, tuttavia l'esperienza di qualcuno può sempre aiutare. Ammettendo che in aere il batterio non si riproduca (essendo anaerobio stretto), magari in forma VBNC, per scongiurare la sua presenza ho pensato ad alcuni trattamenti:
- Passaggio in microonde per 5-6 minuti in modo da "sterilizzare" le superfici per azione termica;
- Passaggio in aceto a freddo per qualche minuto, per abbassare il pH in superficie;
- Passaggio per 6-7 ore in essiccatore a 50°C per eliminare l'acqua disponibile (non dovrei cosi indurre la produzione di spore?)
- passaggio dei peperoncini sotto sale, per diminuire l'acqua disponibile e alzare il livello di [NaCl] sopra la soglia di tolleranza del batterio.

Qualche consiglio?
Grazie mille, scusate per le paranoie.
Lizard


Top
 Profilo  
 

Re: Olio al peperoncino
MessaggioInviato: venerdì 5 febbraio 2016, 7:08 
Socio AISPES
Socio AISPES
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: martedì 9 ottobre 2012, 22:21
Messaggi: 1691
Località: Cremona
Ciao Lizard, io li passerei nell'essiccatore fino al ritrovato crik crok, poi se riesci a trovare il sistema di conservarli in vasi di vetro e sottovuoto è il massimo, io faccio così, devo aver fatto un video, provo a cercarlo :)

_________________
Marco ___________Immagine

"Il segreto non è prendersi cura delle farfalle, ma prendersi cura del giardino, affinché le farfalle vengano da te.

Alla fine troverai non chi stavi cercando, ma chi stava cercando te." ("Farfalle" di Mario Quintana)


Top
 Profilo  
 

Re: Olio al peperoncino
MessaggioInviato: venerdì 5 febbraio 2016, 7:10 
Socio AISPES
Socio AISPES
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: martedì 9 ottobre 2012, 22:21
Messaggi: 1691
Località: Cremona
Prova a guardare qui:

http://www.youtube.com/watch?v=sT4yKenq7Ow

_________________
Marco ___________Immagine

"Il segreto non è prendersi cura delle farfalle, ma prendersi cura del giardino, affinché le farfalle vengano da te.

Alla fine troverai non chi stavi cercando, ma chi stava cercando te." ("Farfalle" di Mario Quintana)


Top
 Profilo  
 

Re: Olio al peperoncino
MessaggioInviato: venerdì 5 febbraio 2016, 13:24 
Non connesso

Iscritto il: domenica 27 luglio 2014, 18:49
Messaggi: 35
Grazie Sfizio, seguirò il tuo consiglio. Assaggerò l'olio a basse dosi, al più lo utilizzo caldo, la tossina è termolabile! Purtroppo non dispongo di una macchina per il sottovuoto, potrei provare con una pompa o con un aspiratore.
Grazie ancora!!!


Top
 Profilo  
 

Re: Olio al peperoncino
MessaggioInviato: lunedì 8 febbraio 2016, 12:07 
Socio AISPES
Socio AISPES
Avatar utente
Non connesso

Iscritto il: martedì 9 ottobre 2012, 22:21
Messaggi: 1691
Località: Cremona
Prego Lizart, puoi provare con un vecchio motore di frigorifero :)

_________________
Marco ___________Immagine

"Il segreto non è prendersi cura delle farfalle, ma prendersi cura del giardino, affinché le farfalle vengano da te.

Alla fine troverai non chi stavi cercando, ma chi stava cercando te." ("Farfalle" di Mario Quintana)


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron